Friday, 25 December 2015

First Christmas without family

Merry Christmas dear readerrrrsss, I hope you passed this day with happiness and fun.

Before this day I always tried to not think about that. I think I was one of the less Xmasy guys this year and probably it's true.
Christmas is family. Family is love. But, hang on, actually my family is in another country at the moment and I haven't seen them since August.
Yess here the issue. I wasn't completely ready to this day, I kept repeating in my mind to not compare anything because it's the wrong mood and an exchange student should not do it.
But is it Christmas without going to church at midnight?  Or without "Trading places" on Italia 1 (an Italian channel)? Without the big lunch with 378 courses that you have to be ready to it days before? Any Pandoro or Panettone (that I hate but I eat it to make my grandparents happy) this year? Your uncle who asks you about your girlfriend, where is he? Your little cousin who is growing up as fast as bean (can you say that?!)?
Yes it is still Christmas, but it's completely different and dreadfully difficult to deal with it.
Here in Scotland Christmas is alike the Italian one, with some slight differences. Firstly you don't get only one big present, but many little ones. Secondly CRACKERS (I'll also add a picture, from them you get a crown a joke and a tiny present, soo funny). You normally eat Turkey and mince pies (no they don't have mince in them, they actually have raisin spices and they are so goood, even if I don't like raisin).

To be honest it's been such a good day and I had fun even if I've always been homesick (as it was expected to be). The Christmasy period is really hard during an exchange year (thanks WEP to having informed us from the off <3) but I've understood that I have become so strong and self confident that I am also able to deal with situations like this. With the absence of a normal Christmas with my family I've figured out how much this event is important for me and I am really looking to the next Christmas, I'll surely appreciate ways more everything around me.

I am so grateful to had the opportunity of doing this experience.
It's so true when they say that you really understand the worth of things when they are not with you.

Byee guyss
See yaa soon! :)

Monday, 23 November 2015

100 days here

As I promised here the post after 100 days in Scotland.

It's 100 days that I'm here and I'm only starting to understand now how much this experience is giving to me.
Dear friends, if you have the possibility leave Italy/Scotland and go to another country!
It's not only for learning perfectly another language (that is so cool and give you a big gap within you and the others in terms of jobs opportunities) but it's what you learn and how much you change.
Learning how to deal with your parents more than 1500 km away from you (in the best of the cases!); learning how to make friends in another country, trying to overcome the cultural differences; learning how to study and do well in another language with a school system completely different from yours; learning to know who you really are, who do you wanna be and who you don't want to be;  learning to do the washing up and to grow up fastly.
Yes it's not only for the language that I decided to leave Italy, it's for everything written up here and much more.
And dear people, the exchange year it's the only experience that makes you grow up so fastly, that allows you to make friends from all over the world, that gives you a lot of feelings, sadness and homesickness but also happiness and proudness; how cool is it to have an headache because you always speak a language that it's not yours?
Dear friends leave your warm nests and discover the world!

I didn't know that this experience was so overwhelming and so difficult but also so full of amazing people and moments; I didn't know Scottish people were so kind and so warm and it's not so difficult to make friends; I didn't know what did hard and difficult mean.
I didn't know anything.

Just take a breath, dead reader, and


Monday, 26 October 2015

My October break

Wowowowo good night dear readers,
I've just started my second term and this means that I've just finished my October break.
This break has been amazing and I am so sad that it's already finished.
BUT, as always, let's start from the beginning.
Here in Scotland I had two weeks of holidays (from the 10th of October to the 25th of October) to separate the autumn and the winter term. I was so glad to have that because I was really tired after 8 weeks in a school where they speak a language that is not yours.
The most important things that happened in these holidays are Kai coming up here, Inverness trip and Glasgow trip.
•As you know I'd have had to live with Kai as host brother but then the fate decided to divide us ahaha. He is so funny and kind and he is a really good friend; he came up here for two days and it's been so amazing and great and I spent such a wonderful time with him.
• around the beginning of October two scottish friends of mine and I decided to go on a trip to Inverness during the October break!
Inverness is 2 hours away from Perth and after a train journey (future exchange students in Scotland you really should get a Young Scot's card so that you have 30% less in the train fares) we arrived in the "capital city" of the Highlands. This city isn't really big, pretty much a bigger Perth, but it is really cute (and the shopping centre next to the train station too). We hung around Inverness and went up to the castle to see the city in all its magnificent. It was breathtaking and I am so glad to have such good Scottish friends with whom I can share this amazing experience.
•Glasgow trip
This has been the most exciting part of these two weeks; I had never been to Glasgow before that trip and I was so excited to explore and discover such an amazing and modern city.
A friend of mine, Francesca, an Italian exchange student, lives in Glasgow (actually in Paisley) and she is really kind and hosted me for three days! (I know I should never speak italian guys but don't worry it was only for three days).
After having left Perth on 23rd October I arrived in Glasgow around 3.10pm. I was so excited but pretty terrified to get lost because I had to change train station in Glasgow (from Glasgow Queen street's to Glasgow Central) to take the train to Paisley; you know Glasgow is not a tiny village and so I had to find my way in one of the biggest cities in UK. After that I was so smug and proud of myself because I felt so independent and grown up.
Arrived in Paisley, Francesca and I went to the city centre and hung around for a while. In the evening we went to an amazing shopping centre in the outskirts of Paisley and I had my first Nando's (it was amazing even if quite expensive).
The next day was the day of Glasgow university's open day! After having been to the Edinburgh university's one, the one in Glasgow was quite obvious.
As you might know I'm thinking to come back here after having finished my Italian school and study something (not sure yet) in the amazing Scotland.
Glasgow university is really beautiful, it seemed to be in Hogwarts, not joking. The event was so well organised and I went to some talks (one for the international students where there was a free buffet for us waaa) and also to a free BUS TOUR JOURNEY around Glasgow; yes guys, to show how Glagsow is to its future students, the university decided to hire some tour buses. I really think it was an intelligent choice and I appreciated so much this part of the day.
In the main building there was also a free photo booth that you could use to take funny pics in fancy dresses!
I really liked this university and I've found out that I can use the diploma I'll get here (if I obviously get high marks) to apply for university! I really hope so, so that my Italian diploma will only be something more that I don't have to use and put a lot of efforts to get a high mark.
The day after the open day we went sightseeing in Glasgow and I really understood that this is my city and I want to live here in the future. It's so urban and so multicultural (and full of amazing things to do/shops). We also visited Kelvingrove Art Gallery and Museum and it was wonderful!

And for now it's everything; the school has begun and the teacher have started to explain the new topics of this term! They all said that this will be a really hard term because in the end of January/beginning of February I'll have prelims! (mock exams  about what you've done so far from August that you really have to pass to do your final exams; they are taken really seriously and most of the times the marks you get in them are the marks you get in your final exams).

See you soon with some news!

Saturday, 10 October 2015

Happiness and news!

Heyy guysss,
sorry for the absence but I'm always so busy and when I have some time I only want to relax. These last two weeks I had a lot of tests that I had to pass to do my final exams here (before your exams you have to pass some 3 unit assessment during the year!). I passed all with A so I'm really happy and proud of myself.
I have some news and I think I'll draw up my amazing list that seems so much like a shopping list.
• friends: everything is realllly good! THIS week I went out twice and they are all so kind with me (also because I'm italian so I'm cool).
•English: after two months I really feel improved a lot: I understand really everything, they tell me that my pronunciation has improved a lot and I feel more confident. I'm starting to be aware of the fact that I'm using a lot of new words/slang and also some phrasal verbs that in Italy I've heard about.
•School: today is the first day of the October break! I'm so tired and happy. I have an amazing news: I've changed French level because French higher was too easy and I was always bored so on 28th of October I'm starting Advanced Higher French! I'm pretty excited and I'm really looking forward to start it because they told me that the level you'll get with this course is like B2 (like during the lessons you read books and newspapers and you do a lot of speaking!); the final exam is pretty hard (like I'll have to speak for 20 minutes with the examiner) but who cares I love challenges and that's a good occasion to improve a lot another language. I'll have to go to another school to do it but I won't have to pay for the bus to go because it's a thing included in "Perth Campus".
• Host family: I love all of them! Two or three weeks ago we went out together and it was amazing! They really make me feel at home and I couldn't have asked for a better placement.

During the October break I'm gonna do a lot of things like Loch Ness or Glasgow (+ Open day Glasgow university) so I think I'll write a post after it!

See you soon!

Wednesday, 23 September 2015

School in Scotland

Heyy guyss,
how are you doing? Here I'm really happy and I'm finally starting to have real friends to go out during the weekend.
But I'll talk about this in another post.
In this post I'm going to explain to you, future exchange students, the high school in Scotland.
So, let's start.
The high school in Scotland lasts six years but it starts when you are 12 (in Italy II media) and it ends when you are 18 (a year before italy).
In the first two years you have to follow all the subjects, like languages, English, Maths, sciences.
At the end of S2 you have to decide 8 subjects that you'll study for two years; at the end of S4 you'll sit the exams called National 5. Normally English and Maths are compulsory. So in S2 the pupils start to decide what they want to study at university, something more artsy, with languages or with sciences.
At the end of S4 you'll decide 5 subjects that you'll study during S5 (they have to be 5 of the eight studied during S4).
At the end of S5 you'll sit the exams (Highers).
And here starts the mess.
Normally the pupils decide to stay on another year and do some Advanced highers (useful for English universities) but some of them decide to go to university when they are 17: here in Scotland, dear readers, you can easily go to you university at that age! A few of them do that but normally the Scottish universities require Highers and not Advanced Highers.
I'm here since a month and I can say without any doubt that the scottish school is really different and for some aspects better.
The level of the 5 subjects that you study during S5 is really high (eg in Maths I'm doing things that in Italy I'll probably do during IV year of high school). Some of you can think "yeah but at the end of the school you won't have a complete cultural background but you'll only know a lot in some subjects"; that's really true but, as said before, you do the subjects that you took really really well.
The school here it's not only study: there are a lot of clubs and sports at school (I've only joined the theatre company (amazing)) but there is also the choir, the string orchestra, the orchestra, climbing club, hockey club and a lot of other things.
I have to do two compulsory hours of PE (I play badminton and you don't get a mark) and three of Personal Support (sometimes we do our homework, sometimes we talk about our future,... Sometimes it's useful and sometimes not).
To be accepted by universities you don't have just to be good at school (like in Italy) but you also have to do some extracurricular activities (like sport, work, clubs, or be a prefect, people that try to maintain the school order ). I really like this point of view because the youth is pushed to work and try a lot of different things.
And for now it's everything.

P.S.: At the moment I'm on a train (full of people in fancy dresses) to Edinburgh because I'm going to the open days of EDINBURGH UNIVERSITY!

Saturday, 5 September 2015

21 days here: school, friends and I'm happy

Heyyy guyss.
Sorry for the absence but here I'm always busy, I have to do a lot of things (and study a lot...).
Fortunately I've found some time to talk to you about my life in Scotland.
The school is amazing: the level is really difficult (like Physics omg) and at the end my subjects are Geography, Maths, Physics, English and French (all Highers). At the end of the year I'll sit the exams and they'll be (maybe) useful for my future.
I've already some friends: I know it seems impossible because all the people say "In UK they are really cold, you need only a year to start speaking to them!" but, I don't know if it's only my school (I don't think so), the people come to speak to me.
I can't really say that they are my friends but, you know, for now I have a lot acquaintances.

Finally my Scottish sister arrived and I can't be happier than this! She's perfect and she always makes me laugh (and she enjoyed my gift).
For the moment I have a really good relationship with all the members of my host family (and no, dear readers, they don't host for money, if you like UK but you're not really sure about the fact that families are paid, go and these doubts will disappear!).

I'm here since 3 weeks and only now I can really feel that my English is starting to improve: at school I understand everything and my speaking skills are getting better everyday! I've already learnt a lot of new words  ;). Sometimes I think in English and sometimes in Italian and the result is a headache at the end of every day.

Every week I have a skype call with my family and for now, luckily, I'm not homesick; I hope I won't be homesick but I think that that moment will arrive also for me.
I'm starting to see and understand how much I'm important for my Italian friends/family and I couldn't be happier: this experience is also helping me to understand who cares about me.

Dear future exchange student, you'll have a busy life abroad.

Bye for now, I have to study Physics for a test :(.
(On Monday I'll start the drama club yayy, they told me that a lot of people go there and it'll be a good chance to make more friends).
(If you have any doubt or some ideas for future posts feel free to ask!)

Random facts:
1. They asked me if I speak Italian.
2. They don't really understand why I'm here.
3. I had a French test and it was about the PRESENT (fortunately it was only a review)
4. My Geography teacher asked me if in Italy I go to an international school
5. Here it's strange that you speak a second language really well fans everybody is astonished of my English ahaja.
6. In the bathroom the sink has two faucets (one for hot and one for cold water, lukewarm water doesn't exist).

Tuesday, 25 August 2015

10 days here.

Dear readers,
I'm not really aware about all of this but let's start.
I'm here from a 10 days so a lot of things have already happened.
I've already been to Edinburgh twice and it is sooooooooooo goood and magic, I think it's the best city ever! (Today we went up to a hill and the view was breathtaking).

I love Scotland.

•My host family is perfect: I love when my hmum gives me a cup of tea; I love when she asks me about my day at school and if I'm OK. She's always really kind and I can speak to her about everything! Also my German hsis is enjoyable and funny and I usually spend a lot of time with her (the other hsis is away now so I've never met her, looking forward to her arrival).
•School started on 19th August and I took English Maths Physics French and Engineering (I have to change this one because is too much difficult: I've never done things like electronics in my life and I don't like them ahah). Here I also have two obliged hours of PE and (I don't) like them :).
The level of the subjects is Higher and they are realllyyy difficult! In Maths I think we are doing something of the IV year of high school in Italy. I have 6 hours per week for every subject so I can study them very well.

•Perth is amazing and I love it. It has a lot of stuff to do and has a big train station so I can go wherever I want.

•The Scottish accent isn't too bad! I can understand more or less everything (thanks tv series). I can always say what I want to say even if, sometimes, I have to think for a while.

This Sunday I'm meeting all the other exchange students here in Scotland for an orientation!

Sorry for the short post but I don't really have time here! I don't know when I write the next post, I hope soon.
Bye for now.
~Tommaso (here I want they call me tom because they can't pronounce my name!)

Friday, 14 August 2015

Notte prima della partenza

Finalmente sono qui sul mio letto per l'ultima volta.
Finalmente dopo un anno (e anche di più) posso dire che questa è la mia sera in Italia.
Ricordo quando leggevo l'ultimo post italiano degli exchange 2014-2015 e quanto li invidiavo.
Ora sono qui a scriverlo io, sono finalmente un exchange in partenza e molto probabilmente qualche exchange 2016-2017 mi sta leggendo e sta pensando tra quanto sarà la sua notte prima della partenza.
Quest'anno è stato strano, da quando ho preso questa decisione tutto è abbastanza cambiato, c'è stata gente che mi ha detto che non serve a niente fare l'anno (gente mooolto chiusa mentalmente, ne troverete tanta, cari futuri exchange) o che alla fine non tornerò con chissà quale livello di inglese, è più facile fare un corso e ciao. Nulla di questi ostacoli mi ha fermato, anzi, mi ha spronato ancora di più nella realizzazione del mio sogni (cari futuri exchange quest'anno a venire passerà in un batter d'occhio, tra scleri per finire il WEPBOOK, vaccinazioni, esami del sangue, ansia per la hfam e orientation quindi non pensateci troppo e state tranquilli).
Questi ultimi giorni italiani sono stati "un po'" busy... Tra festa a sorpresa (ringrazio i miei amici per avermela fatta, non me l'aspettavo davvero! Alcuni della classe hanno fatto un video dove salutavamo ed è stato stra dolce :'), saluti a parenti, regali per la host family e valigie (un incubo, tra sottovuoto e chili in più non ce la facevo più) l'ultima settimana l'ho vista passare davanti agli occhi senza neppure accorgemene.
Moltissimi oggi mi hanno chiesto via messaggio come mi sento: sarà strano ma ho pochissima  ansia, sono contentissimo di partire; voglio viaggiare, voglio vedere posti nuovi, voglio aprire i miei orizzonti e vivere da scozzese. Molto probabilmente non ho molta paura perché ho sempre sognato di fare questa esperienza (e non me ne rendo ancora conto) e sono sicuro che non mi mancherà questo piccolo paese in mezzo alle montagne che mi è stato stretto sin da quando ero un bambino. Mi mancheranno le polpette di mia nonna dopo scuola?, la porta che cigola sempre?, la mia camera?, il prendere la corriera per andare da qualsiasi parte?, la scuola italiana?, l'Italia?, (il sole?). Vedremo domani.
Finalmente domani incontro la mia hfam, domani sarò in UK, domani (forse) berrò la mia prima cup of tea come un vero britannico.
Con una valigia che scoppia e carica di sogni e grandi speranze Tommaso vi saluta visto che domani mattina partirà per la Scozia, la sua terra dei sogni da quando era bambino.
Ci si vede in Scozia cari lettori!
(Scusate per il post corto pessimo e scritto malissimo ma sono stanchissimo e voglio andare a letto ahah)

PS: dal prossimo post in poi inizierò a scrivere in inglese; molto probabilmente non riuscirò a scrivere un post prima di una settimana perché sarò molto impegnato i primi giorni tra scuola, ultimi acquisti e varie altre cose.

Wednesday, 22 July 2015

Weppini's last reunion

Ho riscritto questo post la bellezza di sette volte e alla fine ho capito che molto probabilmente non è trasmissibile attraverso le parole quello che è successo ieri.
Non si può far capire che 11 persone sono partite da ogni angolo d'Italia per trovarsi un giorno.
Non si può far capire che tra meno di un mese (alcuni anche meno, per certi è rimasta solo una settimana qui in Italia, chiara sei tra questi!) saremo in ogni parte del mondo completamente soli, coscienti delle nostre forze e delle nostre potenzialità. Faremo per la prima volta qualcosa di davvero grande, enorme per ragazzi di 16/17 anni, ma sicuramente ci sosterremo a vicenda come abbiamo sempre fatto.
Non si può far capire che 11 persone di un gruppo di whatsapp (emiliano grazie per averlo creato non smetteremo mai di ringraziarti), che si sono trovati massimo per 3/4 volte in tutta la loro vita, sembrano appena si vedono amici d'infanzia, amici da anni.
Non si può far capire il perché dell'aver cantato "acqua azzurra, acqua chiara" sotto la torre degli asinelli con un responsabile di Greenpeace (che poi forse si occupava davvero dell'inquinamento degli oceani, bha magari per quello la cantava).
Non si può far capire che tra poco avremo come hsiblings ragazze con denti giganti e cantanti in playback, ragazzi che giocano sempre alla PlayStation o che sembrano 35 anni più grandi della loro età per l'OGM nel cibo americano.
Non si può far capire che abbiamo ritentato di rifare le scale mobili al contrario nel distretto 13 (ricordate post orientation?) e ci siamo riusciti, più o meno.
Non si può far capire che dire "ci vediamo tra un anno" non è bellissimo, una sensazione strana ti pervade il corpo e tu non sai come sentirti, affascinato e felice dell'anno a venire però!
Non si può far capire che gente che conosci da massimo 8 mesi ha pianto perché non ti vedrà più.
Non si può proprio far capire tutto questo e potrei continuare all'infinito (come andare da Tiger e comprarsi il ciuccianello).
Non si può far capire che pur vivendo a km di distanza siamo realmente un gruppo di amici, siamo realmente un qualcosa di grande e mi dispiace che non riusciate certe volte a capire ma spero che se farete questa esperienza lo capirete.
La vita è una e finalmente abbiamo preso le redini di essa per aprirci le porte del futuro ed andare lontano.
Con questo gruppo ho potuto parlare di tutto, di argomenti inerenti all'anno all'estero (come hfams, scuole, gara al hbro più brutto) ad argomenti meno sensati (elementari dalle suore sordomute, sboccia-man so figo de mondo, la mia r moscia, i cavalli da rodeo, nasi strani o il diadema di una principessa).
Grazie di cuore per questo bellissimo LEGAME con voi, spero durerà anche durante l'anno che si aprirà davanti a noi tra poco e nel tempo a venire.
Ricordatevi di essere sempre così anche in Utah tra i mormoni, in Michigan nel freddo polare, in Florida al sole, a Las Vegas tra mormoni e OGM, in California tra città mozzafiato, in Oregon dove c'è nonsocosa, in Tennessee tra cavalli e Cavalle, in mezzo a foreste immense e pazzesche in Nova Scotia o in nonsodove per gli orfanelli.
Ed è da qui che partiamo, da piccole città disseminate in giro per l'Italia con una grande valigia carica di sogni e di speranze.

Cari futuri exchange preparatevi a grandi emozioni da settembre.

Al prossimo post

Thursday, 18 June 2015

Host family fail and second host family

Ed è quando ti si scioglie tutto davanti agli occhi che capisci quanto avevi sperato, quante aspettative ti eri fatto e quanto importante era quello che ti immaginavi.
Eh si, cari lettori, sono nuovamente orfano. Questa mattina Isabella (la mia referente Wep) mi ha inviato una mail con scritto che la mia hfamily non era più in grado di ospitare per motivi famigliari
Partiamo dal fatto che la famiglia non mi piaceva moltissimo: avevo scoperto che due l'avevano cambiata e che l'exchange ospitato lì sino a inizio giugno non si era trovato benissimo. Essa, come potete ben capire, non era la mia massima aspirazione.
È la perdita del posto, di una delle scuole più moderne della Scozia e di un hbro tedesco il vero problema (fuori argomento: due settimane fa avevo fatto skype con lui e tutto era andato per il meglio :)).
Non sto qui a fare discorsi strappalacrime o so deep to see Adele rolling (cit. Kai) ma mi chiedo cosa abbia fatto di così male che il Karma mi rifili questo. Non avevo super aspirazioni o illusioni, ero contento della mia scuola e non vedevo l'ora di frequentarla, ero contento del mio fratello tedesco e non vedevo l'ora di conoscerlo.
Spero che tutto si possa risolvere per il meglio e che questo incidente di percorso non vada a precludere il riuscimento della mia esperienza
Data uscita post 06/07/2015
Il caldo era allucinante, stavo cercando di finire di guardare Harry Potter 1 quando mi arriva una chiamata: TORINO, WEP.
Subito ho preso il telefono e ho risposto: non si sentiva niente quindi ho riattaccato. Preso dal panico ho richiamato subito e mi ha risposto Isabella dicendomi che aveva una buona notizia: avevo la famiglia.
Dopo l'arrivo di tutta la documentazione via mail, non sapevo niente della hfam tranne che erano madre e figlia e che avrebbero ospitato un' altra exchange tedesca sono iniziati i problemi.
Proprio in questi giorni, infatti, a casa il Wi-Fi non va e in più sul telefono ho internet lento avendo finito il giga a disposizione. Non sapendo cosa fare sono andato da mia papà e ho scaricato il fascicolo di questa famiglia stupenda.
Andrò a Perth, città di 50000 abitanti dotata di uno splendido castello (che si vede da casa mia mi dicono). Essa dista 20 minuti da Dundee, città scozzese grande più o meno come padova e abbastanza famosa!
La scuola è una grammar school quindi è abbastanza simile al liceo classico; inoltre gli studenti vengono divisi in casate come Harry Potter! Sono conte perché posso fare tutte le materie lo stesso e la scuola offre moltissimi club e sport :).
La hfam é composta, come detto prima, da mamma (49 anni) e figlia (13 anni)+sorella exchange tedesca. Amano molto gli animali (hanno un cane, dei pesci rossi e tre galline), lo sport, fare shopping e cucinare; inoltre la hmum è nordirlandese quindi l'accento dovrebbe essere bello. Non dovrò condividere la stanza e la casa è un tipico cottage scozzese dotato di giardino.
Ho già contattato la mia hfam: la hmum senza neanche chiedere mi ha già detto di comprare pantaloni neri, camicia bianca, scarpe nere e maglione nero per la divisa (la blazer la dovrò comprare lì) e di portare vestiti pesanti ahaha.
Che dire sono felicissimo: con la hfam (magnifica rispetto all'altra, a questa sembra importante il mio arrivo e permanenza) sono già in contatto e sembrano carinissime, ci siamo già scambiati gli account skype e appena tornano dall'Irlanda del nord credo faremo la prima chiamata (e amano anche tutti i film e serie TV che amo come Harry Potter ahaha); la città è molto bella e pittoresca e mi ha confermato una appena tornata dalla Scozia che non c'è bisogno di spostarsi perché c'è molta vita anche lì.
E questo è tutto per oggi.
Un Tommaso felice che desidera sempre più partire. (-40 days)
(Vorrei mettere delle foto ma non riesco per la storia del Wi-Fi quindi le metterò nel prossimo post, se volete vedere la città cercate su internet Perth Scozia, da non confondere con Perth in Australia ahah)

Monday, 25 May 2015

Orientation: 3 bungalow e amici in 20 minuti

Ed è quando arriva l'orientation che capisci davvero che tutto questo è reale e che la Scozia è vicina. MA partiamo dall'inizio...
(parte in corsivo per "avventura 3 bungalow, parte normale per pensieri su orientation)
Dopo un viaggio di 6 ore tra pioggia, treni, corriere, semafori rotti e torri storte, io e altri exchange (soprattutto da Torino) siamo arrivati allo Spina village, un villaggio turistico vicino, 30 minuti, a Ravenna. L'acqua e le nuvole ci hanno accolto con un abbraccio caloroso e, dopo un'interminabile fila sotto due gazebo pioggerellanti e bagnaticci, tra pozzanghere e cartelline di plastica, sono arrivato nel bungalow che mi avrebbe dovuto ospitare per due giorni e mezzo; fin qui tutto bene, messo la valigia a suo posto e conosciuto uno dei miei ipotetici compagni, sono andato con un mio amico exchange (Care ciao sei un santo, God bless him, please) a visitare l'intero villaggio e a "mangiare" la cena; dopo la spiegazione delle regole siamo andati assieme ad altri exchange in un bungalow sino all'una di notte.
Sin qui vi chiederete "bene sei stato sveglio sino a tardi, hai incontrato la gente con cui ti sentivi da tempo, che c'è di male?"
Aspettate cari lettori, ora arriva il peggio.
Arrivato nel mio bungalow, dove vi erano per fortuna ancora le luci accese, ho conosciuto due dei miei tre ipotetici compagni di bungalow. Sì, ipotetici, perché in realtà erano quattro e il bungalow era da quattro, ovvero tutti i letti erano occupati; all'inizio il panico mi ha assalito, non sapevo che fare (mandar via i Wep buddy dell'Irlanda o no?!) ma poi mi è venuto in mente che Care (quello di prima) aveva un letto libero quindi la notte l'ho passata da lui (Dio lo benedica ripeto). Intanto la mattina era arrivata e sono iniziate le attività.
Il pomeriggio io e Care abbiamo trovato il bungalow vuoto, pulito e senza la nostra roba. Dopo essere andati alla reception abbiamo capito che la WEP si era sbagliata ad attaccare il portachiave alla chiave e il nostro bungalow era un altro. 
Fu così che in tre giorni ho cambiato tre bungalow.
Tralasciando questi eventi tragicomici, anche se tutto va letto dal punto di vista *siamo all'orientation uau non mi frega niente di quello che accade attorno a me* posso dire con la certezza che questo weekend è stato uno dei migliori di sempre!
Tutti erano simpatici, disponibili (per esempio appena ti sedevi a un tavolo tutti ti iniziavano a parlare anche se non li avevi mai visti) e la WEP si è impegnata a fondo per prepararci all'esperienza prossima all'inizio.
I 1000 exchange presenti nel villaggio erano stati divisi in 1828 gruppi in base alla loro destinazione (ogni gruppo aveva nomi banali e improponibili, il mio era FISH&CHIPS ahaha) e ciascuno di essi partecipava a rotazione a delle attività (es. scuola famiglia regole differenze culturali).
Ma ora tralascio le parti più "tecniche" per tenervi la sorpresa a voi futuri exchange e per parlare dei ragazzi presenti allo spina. 
Ho legato moltissimo con alcuni di loro (ai saluti finali ci sono stati alcuni che hanno pianto!). È una cosa stranissima, io che di solito per rompere un minimo il ghiaccio ci metto 3 giorni, che sono freddo e che appena uno sconosciuto mi parla divento rosso, essere già amico di tutti dopo venti minuti su un binario della stazione di bologna.
Ci sono stati dei momenti in cui non riuscivo a camminare da quanto ridevo (I'm not kiddin')  per battute anche pessime ("voglio andare a cavallo su quel cane" diceva Chiara indicando un cane gigante; "no a cane" rispondeva Tommaso (OK dopo sta battuta chiuderete il blog adddio)) o per televendite di scarpe con donne che se le accarezzavano con amore. In questa orientation nessuno sapeva più che accento avesse, tutti avevano preso l'accento di altri.
In questa orientation ho abbracciato tantissime persone, più di quelle che abbia mai abbracciato in tutta la mia vita.
In questa orientation ci sono stati i pianti ai saluti (pensate con gli amici che ci faremo all'estero.......).
Ora sono qui, dopo aver ripreso la routine normale. Sto pensando a quanto distanti saremo io e tutti gli altri exchange (chi in mezzo ai mormoni (Silvy e ali), chi tra i francesi snob (Sary), chi da un padre giocoliere nelle montagne del Michigan(Care)), a quanto parleremo tra di noi della nostra esperienza, a come ci aiuteremo, anche se distanti 9000km,  se avremo la hmum che ti fa diventare una colf rumena o se nella classe di inglese avremo la cheerleader più stronza del mondo che prenderà in giro il nostro accento. E anche se cambieranno interiormente ci sarà sempre quello stra gentile (Dio lo ribenedica) che ha condiviso il matrimoniale con me, anche se di persona mi conosceva da 1 giorno; quella che se ride non si ferma più e che buttava mutande dalla finestra alle elementari; quella (un concentrato di acidità alto un metro e sessanta tutto caschetto e sarcasmo) con cui a Bologna (nel distretto 13 italiano), presi dal panico, ho tentato di salire le scale mobili all'incontrario (invano), che rideva della mia erre moscia e che mi ha già chiesto di farle un maglione con la lana delle pecore scozzesi; quella da Napoli che ha portato la frolla a Bologna e che l'ha condivisa con tutti; quella con cui ho la stessa passione per il Giappone (speriamo di visitarlo assieme mh) e che mi ha regalato le sue bacchette; quella che ride appena apri bocca e ti dà l'idea di piegare la bandiera della Nuova Zelanda per fare la foto con Union Jack; quella che era emozionata di dormire con un mio compagno di bungalow e che anche sa il francese quasi come una madrelingua ma non lo vuole parlare. Tutti loro saranno sempre per me Care, Rena, La Silvy, La Sary, La Chiarasuora, La Anto, La Gaia, La Ire, Simona, Marti (pensavo fossero delle antipatiche perchè non scrivevano mai sul gruppo Whatsapp ma invece si sono rivelate l'esatto opposto), Emi, Pier, Ellie, La Ali (veneta nel midollo) Mati, Giuly e tutti quelli che ho dimenticato. Ci saranno sempre tutti, anche se cambiati, e saranno sempre gli stessi.
Una cosa che mi è piaciuta moltissimo è stata la letter to myself: abbiamo scritto una lettera con le nostre ansie, speranze e paure (abbastanza seria a dir la verità) che apriremo, per chi fa l'anno, il 30/01/2016. Ho scritto alla fine di essa di ricordarmi di tutti i miei amici ma anche di tutti i miei amici dell'orientation e di non dimenticarli perché unici nel loro genere e tutti accumunati dal fatto di partire a 16 anni per un anno in un paese straniero.
Vi salutoo, un po' triste perché l'orientation è finita, felice perché significa che la Scozia è vicina.
Ringrazio tutti quelli che hanno reso questa orientation così speciale e spero di rivedervi presto. Siate forti e rimanete voi stessi anche all'estero, che siete perfetti così come siete.

Wednesday, 6 May 2015

il sogno è ormai all'inizio: -100 giorni

(Ho avuto l'idea di scrivere un post quando mancano 100 giorni, ne scriverò uno a 100 giorni dall'inizio dell'esperienza e uno cento giorni dopo, questi tre post saranno un po' il riassunto di come mi sto sentendo e delle mie emozioni)
-100 giorni e tutto avrà inizio.
Ebbene si, cari lettori, ora so la mia data di partenza che è il 15 agosto. È strana la sensazione che hai dopo aver saputo la tua data di partenza: aggiorni il countdown nel telefono, nel quale avevi messo un giorno ipotetico, e inizi a guardarlo ogni ora della giornata. Il tempo passa in fretta e domani tre cifre diventeranno solo due.
Mi sembra ieri quando ho iniziato a  leggere i blog di vari exchange e tutto questo mi sembrava irrealizzabile, un sogno lontano. Tutto era indefinito, un qualcosa che facevano in pochi e che io non avrei fatto.                
Mi sembra ieri quando ho capito che questa è l'esperienza di una vita, che è un'avventura unica e che mi potrà capitare solo ora e mai più. Ho capito che non mi interessa sapere benissimo il latino e il greco o fare l'etimologia della parola "pirofila"; questo anno mi insegnerà,mi aprirà la mente e mi farà crescere più di 35 anni di liceo classico. È anche strano e irritante che una persona per imparare l'inglese come si deve e saperlo allo stesso livello dei nostri "fratelli" europei debba andarsene a vivere per un anno a 1500 km (come minimo!) da casa perché il livello di insegnamento italiano di tale lingua è bassissimo, pari a zero, molto inferiore alla media internazionale.
Mi sembra ieri quando non sapevo che destinazione scegliere, optare per i famosi e scintillanti USA oppure provare qualcosa di più affascinante e misterioso, almeno ai miei occhi, come la Scozia.
Mi sembra ieri quando mi sono iscritto al colloquio e aspettavo con ansia una delle prime date di questa esperienza.
Mi sembra ieri quando aspettavo a Verona davanti a una porta blu dietro la quale era presente la psicologa; ricordo che tremavo perché sapevo che quel colloquio era il primo passo verso questa avventura sconosciuta.
Mi sembra ieri quando ho conosciuto altri exchange con cui potevo e posso condividere le mie emozioni (consiglio i blog di Anto Sara  Silvy ed Eleonora).
Mi sembra ieri quando ho ricevuto la famiglia e non stavo nella pelle perché ho avuto la fortuna assurda di finire proprio dove volevo, a pochissimo dalla città tanto sognata.
Mi sembra ieri quando Kai, il mio hbro tedesco, ha iniziato a scrivermi e invece ormai è passata una settimana. Ho capito che siamo simili in quasi tutto e non sto nella pelle a incontrarlo e a vivere questa esperienza assieme a lui!
Ora mancano quindici giorni all'orientation e non vedo l'ora. Di sicuro sarà utilissima e potrà aiutarmi a chiarire la maggior parte dei miei dubbi, ma anche incontrare tutti gli exchange!
Ancora non ho realizzato che fra pochissimo partirò e che quello che sembrava un sogno lontanissimo diventerà realtà. Il tempo ormai non lo sento più, tutto sta passando davanti a me velocemente e la mia nuova vita è dietro l'angolo, in un futuro alquanto prossimo.
A dir la verità non sono per niente spaventato dalla lingua diversa dalla mia che dovrò parlare quotidianamente (cosa per me super exciting) o per un nuovo stile di vita: queste cose non mi ostacolano nella realizzazione del mio sogno, anzi mi attraggono sempre di più.
Manca poco, questi 100 giorni passeranno in fretta e in un batter d'occhio mi ritroverò a spingere due enormi valigie nell'aeroporto di Edimburgo, in cerca della mia hfamily. Tutto quello che mi circonderà sarà nuovo, sentirò da tutte le parti una lingua nuova; mi tremeranno le mani e sarò emozionato, come il giorno del colloquio, l'inizio di tutto. Mi perderò 300 volte in un posto a me sconosciuto prima di incontrarli, ma fa parte della esperienza e già il fatto di aver preso un aereo da solo ed essermi orientato solamente grazie al mio istinto mi farà sentire fierissimo di me e anche molto indipendente.
L'estate ormai è vicina e i progetti sono tanti prima di partire ma, a dir la verità, spero anche che essa passi in fretta così da iniziare questa bellissima avventura sognata da sempre.
Manca pochissimo, manca poco, la mia vita è nelle mie mani e sono completamente il controllore dei miei sogni e del mio futuro. 

Friday, 24 April 2015

News, news, news e ancora news

Uellaaa bella genteee,
È da moltissimo che non scrivo! Scusatemi. Questo periodo a scuola è un inferno, ormai a questo punto dell'anno non esistono più le settimane delle verifiche ma sino a fine maggio non abbiamo un giorno libero! Ieri la mia classe e io abbiamo vinto un concorso su un libro a livello provinciale e sono pure andato alla radio ahahaha (vabbè a una radio sconosciuta eh, però è una radio, qualcuno la stava pure ascoltando no?). Per fortuna oggi ho questo momento libero che posso utilizzare per scrivervi!

Allora sono pieno di novità! Faccio un elenco per rendere il tutto più professionale:

1) La Wep organizza un'ulteriore orientation per i genitori; essa si svolgerà, per quelli del nord Italia, a Milano (per quelli del Sud a Roma) il 21 giugno!

2) La Wep organizza un percorso online per futuri exchange e genitori; questa è una novità non solo per Wep ma per tutte le associazioni! Credo proprio di aver fatto una bella scelta riguardo all'associazione, sino ad ora si è sempre dimostrata organizzata e disponibile;).

3) Manca pochissimo all'orientation! Non vedo l'ora! Ho già prenotato i treni e, per fortuna, andrò sino a Bologna con altri due veneti; lì mi incontrerò con altri exchange e prenderemo assieme il treno per Ravenna!

4) Mi hanno detto la data di partenza: 15 agosto, ferragosto. Dovete sapere che la data di partenza è legata all'inizio della scuola, nel mio caso 19 agosto.

5) Ho finalmente scelto tutte e cinque le materie: inglese, fisica, matematica, cinese (quanta fortuna ho avuto a finire in una delle poche scuole scozzesi con cinese non lo so) e business and management, materia che mi ha sempre ispirato ma, avendo scelto il classico, non ho mai avuto la possibilità di provare; ho deciso di prendere quest'ultima materia anche per capire se potrebbe essere una scelta per il mio futuro universitario.

6) La mia hfamily non è "used to technology" :(. Il lato positivo di questo è che hanno riferito alla coordinatrice di area che vorrebbero che io chiamassi, perché non vedono l'ora di conoscermi; nonostante il fatto che spenderò un casino per chiamarli, dopo la fine della scuola molto probabilmente li contatterò :).

7) Grazie a Silvia, futura exchange in Nevada, ho scoperto l'esistenza di una bellissima rivista speciale sulla Scozia! Essa è ricca di immagini e di dossier ed è davvero fatta bene. Non penso ci sia di ogni stato degli USA/del mondo, però di sicuro per i principali sì!

Scusate per il post monotono, noioso, stile "lista della spesa", apatico, ma ci tenevo a comunicarvi alcune news!
Alla prossima :)

Friday, 27 March 2015


Era un normale venerdì pomeriggio, Tommaso stava navigando su internet quando gli suona il cellulare. Subito credeva che fosse qualche suo parente o amico quand'ecco che vede Torino scritto sullo schermo: ERA LA WEP. Il cuore gli è iniziato a battere a mille e tutto il suo corpo ha iniziato a tremare. 
Ed ecco cari lettori, non sono più orfano e finalmente ho la famiglia!
Andrò a Bonnyrigg una cittadina di 16000 abitanti a mezz'ora dalla bellissima EDIMBURGO. Non potete capire la mia felicità io che pensavo di finire in mezzo ai pascoli solo con le pecore.
Vivrò assieme ai miei hparents e avrò una hsister del 2001, inoltre ospiteranno pure un tedesco!
La scuola è bellissima e super nuova, fanno pure CINESE. Alla famiglia piace trascorrere i weekend andando in spiaggia o facendo shopping! Alla hmum piace la fotografia e il giardinaggio mentre l'hdad è più sportivo e ama il golf e il calcio.
Non potete capire la mia felicità, davvero, ora so finalmente dove trascorrerò la mia vita da scozzese!
Vi allego un po' di foto!
Alla prossima (magari sulla chiamata skype con la hfamly!)

Un Tommaso super felice e non più orfano.

Esterno scuola
interno scuola, super nuova!


Edimburgo ;)

Sunday, 15 March 2015

Regista youtube, orfano, altre info sull'orientation

Ciao a tutti,
ancora nessuna notizia sull'host family! Ormai ho accettato l'idea che vivrò in una stalla scozzese assieme alle care amiche pecore. A parte gli scherzi in questo periodo il gruppo di whatsapp pullula di "HO LA FAMIGLIAAA" o di "raga mi ha appena chiamato la Wep: "HO LA FAMIGLIA", vabbè avete capito il clima di grande gioia che si respira, bilanciato però dall'invidia degli orfani, invidiosi delle splendide famiglie ricevute dagli altri. Ora sono abbastanza tranquillo e dell'idea che alla fine anche a me arriverà la famiglia entro i primi di Agosto, giorni della mia partenza (probabilmente dovrò fare scalo a Londra ma questa è un'altra storia). È strano non sapere dove andrai a vivere per quasi un anno, e rispondere a domande come " ma vai a Edimburgo?" con un Bho timido e detto con un sospiro perché non hai la più pallida idea di dove potrai capitare.
Passiamo a cose più happy, sicure e certe: l'orientation. Come detto qui sotto si svolgerà in un villaggio turistico per ben tre giorni! La Wep ci ha pure inviato gli orari dei treni che dobbiamo prendere, piu organizzazione di così non si può.
La seconda "novità", vecchia di una settimana, è che è uscito un video su Youtube ideato da me! Sono molto soddisfatto del prodotto finale, anche se non sarebbe stato lo stesso senza la bravura di Silvia a recitare (e imitare) i vari personaggi. Il tema del video infatti è i vari tipi di exchange: credo che ogni exchange student si potrà immedesimare in almeno uno di questi!
Vi lascio qui sotto il link del video e vi ricordo che qui sopra è presente pure il blog di Silvia (il primo Silvia, quella col blog su Tumblr) fatto molto bene e ben ordinato, cosa quasi atipica per i blog degli exchangers.

video di Silvia (per vederlo basta che schiacciate sopra a "video di Silvia")

Vi saluto (scusate per il post corto ma non ho molte novità) sperando che il prossimo post prima dell'orientation sia sulla famiglia! (ma ormai non lo dico più tanto non è vero!

Thursday, 19 February 2015

News orientation e meno cinque mesi alla Scozia

Cari lettori,
oggi ho alcune news da comunicarvi!
La prima e la più importante in assoluto è che sono arrivate le date e i luoghi dell'orientation! Essa si terrà dal 22 al 24 maggio vicino Ravenna in una specie di villaggio turistico formato da bungalow, da due a sei persone ciascuno, vicinissimo al mare (speriamo che ci lasciano fare un tuffo magari...). Che dire non vedo l'ora, i countdown sono già partiti nei telefoni di tutti gli exchange Wep e non sto nella pelle nel trovare tutti quelli (tranne Alessia vabbè lunga storia che parte per un'altra associazione e che va in Irlanda, e che dopo vari ostacoli riuscirà anche lei ad andarci,passate per il suo blog che deve sistemare qui sopra) del gruppo di Whatsapp con cui si è legato un super legame!
La seconda e ultima news (erano solo due che vi aspettavate) è che tra cinque mesi e poco più partirò per la Scozia!!! Ormai non sto più nella pelle l'emozione e l'eccitazione inizia a farsi sentire. Quando si parla di Scozia ormai inizio a tremare e mi viene la pelle d'oca a pensare che tra pochi mesi la mia nuova vita nel mio Paese dei sogni inizierà! 
Vi è sempre il grande punto interrogativo della HOST FAMILY: guardare la mappa della Scozia e non sapere dove andrai a finire ti mette un'eccitazione, mista ansia e mista alla paura (qui gli exchange mi potranno capire) ma di sicuro tra massimo cinque mesi, si spera anche un po' meno, saprò dove finirò.
Intanto le famiglie sono già iniziate ad arrivare: infatti Sara (<3) andrà a Les Pujols,  vicino a Tolosa (passate per il suo blog sempre qui sopra; Arianna ed Elena andranno entrambe vicino alla bellissima Sidney (sempre blog qui sopra); un'altra, Gaia, che si spera si decida ad aprire un blog, andrà in Iowa (USA); infine Cristina nel Maine (sempre USA).
E questo è tutto per oggi! Speriamo che il prossimo post sia sulla famiglia
PS: molte persone mi han detto che gli Scozzesi sono super caldi e ospitali, speriamo bene!
PPS: ho rifatto la grafica della versione web più semplice e minimal spero vi piaccia!

Friday, 30 January 2015

Scottish high school

Holaaa a tutti!
Non sono morto lo giuro, scusatemi se non aggiorno da tanto!
In questo periodo sono successe molte cose, quella più importante è che finalmente mi hanno accettato il WEPBOOK, ovvero interstudies ha iniziato a cercarmi la famiglia! Inoltre siamo a fine gennaio, questo significa che saprò fra poco quando sarà l'orientation durante la quale rincontrerò tutti gli exchange che partono con Wep (yeeeee).
Passiamo subito all'argomento di oggi: la scuola superiore in Scozia!
Allora bisogna iniziare col dire che la scuola in Scozia è organizzata in maniera abbastanza diversa da quella inglese e gallese, quindi se magari siete interessati all'Inghilterra o al Galles questo non è il post che fa per voi.
Da quel che ho potuto capire, attraverso anche l'aiuto di una exchange in Scozia ora con Wep, quando si giunge in questo paese si viene messi o nella S5 o nella S6 a seconda dell'età... Voi penserete ma cosa sono S5 e S6?
Sono gli ultimi due anni di superiori (corrispondono alla nostra terza e quarta, perché lì hanno un anno in meno di scuola) che hanno uno stampo più universitario, o in modo più british, più da college; infatti durante questi due anni si possono scegliere massimo cinque materie tra tre diversi livelli: national 4, national 5 e Higher (vi sarebbe anche Advanced higher ma solo per alcune materie).
Io penso che prenderò English literature, Chemistry, Physics, Maths (per mantenermi in linea anche con l'Italia) e poi probabilmente una lingua che devo ancora decidere. Ho sentito da questa exchange che solitamente in tutte le scuole hanno francese e tedesco e in alcune pure spagnolo e CINESE (speriamo! ahahah).
Inoltre bisogna sapere che in Scozia la divisa è obbligatoria per tutti gli anni (e non come in Inghilterra che negli ultimi due anni bisogna vestirsi in giacca e cravatta per gli uomini e col vestito per le donne, ma senza divisa).
Ecco questo è tutto per oggi (scusate per il post corto)!
In attesa della famiglia, anche se penso che i primi placements arriveranno verso fine febbraio e continueranno sino a luglio ma anche in attesa di vostre domande, dubbi e perplessità (potete contattarmi qui sotto nei commenti o qui a lato).